Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Home » Visita i Parchi » News

Iniziata la demolizione dell’Ex Albergo Sporting a Schia

Nostro intervento per la riqualificazione dell’area.

(12 Marzo 2019) -

Le ruspe sono entrate finalmente in azione per dare il "colpo di grazia" a quello che, da decenni, era solo un vecchio ricordo dell'ex Albergo Sporting di Schia, nel Parco dei Cento Laghi.

Il progetto complessivo denominato "Fruizione sostenibile dei parchi nella Riserva della Biosfera UNESCO - "Interventi di valorizzazione a Schia-Monte Caio" prevede un costo pari a 550.000,00 €. che i Parchi del Ducato sosterranno anche grazie a fondi della Regione pari al 78% (€.67.801,72 grazie al POR FESR 2014-2020, Asse 5 ed €.361.198,28 a valere sulla Strategia nazionale aree interne dell'Appennino Emiliano).

A questi fondi regionali l'Ente Parchi ha aggiunto un cospicuo cofinanziamento di €.121.000,00 con fondi propri di bilancio, derivanti dall'utilizzo di avanzo di amministrazione.

Questo bel risultato è stato possibile grazie all'impegno e alla collaborazione dell'Associazione Pro-Schia Monte Caio che ha acquistato ad un'asta giudiziaria l'immobile (accolandosi i costi di acquisto e di rogito) per poi donarla all'Ente Parchi dietro impegno di demolirlo e riqualificare l'area.

Le opere da realizzare, progettate dallo "Studio Ar.Tec Ingegneria e Architettura s.r.l. di Parma, prevede, come previste dai progetti definitivi già approvati, prevedono due tipologie di interventi, diversi in quanto ad obiettivi specifici ma accomunati da un'unica visione strategia: rendere più bella e funzionale la stazione turistica di Schia, riducendo gli elementi di impatto ambientale e paesaggistico negativo e migliorando i servizi e le infrastrutture di interesse turistico-sportivo, in un ottica di fruizione pluristagionale.

La progettazione complessiva, affidata allo "Studio Ar.Tec Ingegneria e Architettura s.r.l." di Parma, prevede:

-      la demolizione della struttura fatiscente dell'ex Albergo Sporting (nel frattempo acquisito nella proprietà dell'Ente grazie alla donazione della Associazione Pro-Schia Monte Caio) con successiva sistemazione dell'area da restituire alla fruizione pubblica,

-      il miglioramento strutturale e l'implementazione delle infrastrutture e dei servizi presenti nell'area sportiva di Schia (campi da calcetto, tennis, beach volley) con la realizzazione ex novo di una pista polifunzionale pavimentata per la pallavolo, la pallacanestro, il pattinaggio a rotelle, un ampio e attrezzato spazio giochi per i ragazzi, con giochi tematici e di abilità e un'area con sabbia e giochi per i bambini più piccoli.

Ad assistere alla demolizione, operata da tre grandi ruspe delle ditte FC di Palanzano e Sani Rino di Felino, c'erano il Presidente dei Parchi del Ducato, Agostino Maggiali, il Sindaco di Tizzano Val Parma, Amilcare Bodria, il progettista Ing. Andrea Petronio e i dipendenti dell'Ente Parchi, Michele Zanelli, Marco Rossi e Paola Urangi.

Il Presidente Maggiali dichiara soddisfatto che «Oggi è una giornata importante che vede la demolizione di una struttura pericolosa e fatiscente, come primo passo di un progetto di riqualificazione di quest'area e per la sua valorizzazione turistica e sportiva". "Ringrazio l'Associazione Pro Schia Monte Caio – prosegue Maggiali – che ha reso possibile tutto questo e la Regione per aver finanziato il progetto».

 «Si tratta di un intervento atteso da tempo  – aggiunge il Sindaco Bodria – che darà un nuovo futuro all'area su cui sorge questo albergo che, per molti tizzanesi, ha rappresentato un pezzo di storia di Schia"

 

foto della notizia
foto della notizia
foto della notizia