Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Home » Visita i Parchi » News

Nuovo itinerario cicloturistico tra Parchi e Castelli del Ducato

Finanziato un nostro progetto - al via la progettazione esecutiva

(22 Marzo 2020) - E' di alcuni giorni fa la notizia che il GAL del Ducato ha finanziato attraverso il Bando B.1.1.b "Valorizzazione di itinerari e sentieristica turistica" del PSR Emilia-Romagna (MISURA 19 – Sostegno allo sviluppo locale LEADER - PIANO D'AZIONE LOCALE 2014/2020) il progetto candidato dall'Ente Parchi del Ducato per la realizzazione di un nuovo "Itinerario cicloturistico dei Parchi e dei Castelli".

Al progetto sono stati assegnati, come richiesto, un totale di €.79.460,00 cui l'Ente Parchi ha aggiunto un cofinanziamento di circa €.13.000 per coprire i costi degli interventi fuori "area Leader".

L'idea del progetto prende le mosse dallo studio preliminare condotto dal GAL del Ducato che ha sviluppato un piano integrato di valorizzazione turistica del territorio Parmense e Piacentino individuando 11 itinerari di rilevante interesse turistico, tra i quali c'è la "Ciclovia del Ducato" della lunghezza complessiva di circa 400 km nella zona collinare da Langhirano (PR) a Rivergaro (PC).

Per realizzare e valorizzare gli 11 itinerari il GAL nel 2019 ha pubblicato un bando per la concessione di contributi, sul quale l'Ente Parchi ha candidato il progetto di realizzazione di un primo "Itinerario cicloturistico dei Parchi e dei Castelli" che riguardasse la zona centrale dell'itinerario complessivo, e che si svilupperà su 132 km suddivisi in cinque tappe da 23-30 km ciascuna.

L'itinerario finanziato coinvolge i territori dei comuni di Salsomaggiore Terme e Fidenza (PR) e di Carpaneto Piacentino, Alseno, Castell'Arquato, Gropparello, Lugagnano Val d'Arda e Vernasca (PC) e nelle sue diverse tappe, raggiunge i castelli di Castelnuovo Fogliani, Castell'Arquato, Gropparello, Vigoleno, Scipione e Tabiano ed attraversa il nostro Parco Regionale dello Stirone e Piacenziano, percorrendo l'esistente "Ciclovia dello Stirone" e passando per il Centro Parco Millepioppi.

I percorsi individuati sono ciclabili per un'utenza di medio livello, dotata di bicicletta da cicloescursionismo.

I punti di forza dell'itinerario sono rappresentati principalmente dalle numerose emergenze culturali ed architettoniche (borghi medievali, castelli), dalla presenza diffusa di aziende agricole, vitivinicole e punti vendita di prodotti tipici, strutture ricettive e di ristorazione, aree non antropizzate e parchi naturali con ampia varietà paesaggistica e le stazioni ferroviarie di Fidenza e Salsomaggiore Terme, quali punti di scambio per la mobilità intermodale bici-treno.

Il progetto si avvale delle collaborazioni che l'Ente Parchi ha attivato con la Federazione Ciclistica Italiana per il supporto tecnico e la successiva verifica dell'itinerario, e l'Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza per l'attività di punto informativo ufficiale del percorso.

Le azioni previste riguardano la posa di segnaletica specifica, interventi di sistemazione e messa in sicurezza del percorso, installazione di dispositivi tecnologici rivolti alla fruizione delle E-Bike, attività di promozione.

Entro Maggio 2020 l'Ente Parchi dovrà presentare il Progetto Esecutivo sulla base del quale, una volta approvato, sarà possibile appaltare i realizzare i lavori.

 "Il progetto è mosso dalla volontà di promuovere il turismo sostenibile nei nostri Parchi - dichiara il Presidente dell'Ente Parchi, Agostino Maggiali – ed in particolare una fruizione cicloturistica attenta alle eccellenze culturali, naturalistiche e storico-architettoniche che questo territorio sa esprimere.

"La forza di questo itinerario – prosegue Maggiali – sta proprio nel mettere in rete le Aree Naturali Protette con i borghi storici e i Castelli, nell'auspicio di riuscire a coinvolgere fattivamente anche i numerosi operatori turistici presenti nell'area.

Molto felice di questa iniziativa di Parchi del Ducato  – commenta Filippo Fritelli, Sindaco di Salsomaggiore Terme, che denota un crescente interesse per il Parco dello Stirone anche alla vigilia dell'apertura del nuovo polo museale di Millepioppi. Accedere a finanziamenti che abbiano come scopo favorire la mobilità sostenibile e cicloturistica è per noi un valore aggiunto coerente con il messaggio che vogliamo portare avanti con il Parco.

foto della notizia
foto della notizia
foto della notizia
La cartina con l'itinerario