Parco dei Boschi di Carrega
  • Istituito nel 1982, è stato il primo Parco della Regione Emilia Romagna.
    Si estende sui terrazzi fluviali quaternari fra il fiume Taro e il torrente Baganza ed ha un’ estensione di circa 1270 ha (2600 ha considerando anche l’area contigua).
    Tutela un’area boscata collinare di grande interesse naturalistico, e storico e culturale.
    L’elegante paesaggio mostra un’alternarsi di boschi, prati stabili e seminativi solcati da numerosi ruscelli e piccoli specchi d'acqua artificiali, creati a scopo paesaggistico
    ed irriguo tra la fine ‘800 e i primi del ‘900.
    Per gli amanti della storia e dell'arte il Parco custodisce anche alcuni preziosi gioielli architettonici, come il Casino de’ Boschi.

    I Boschi di Carrega offrono in ogni stagione motivi di interesse ed il Parco è promotore di numerose attività culturali e di educazione ambientale per le scuole.

    Dal 2012 è gestito dall’ Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Emilia Occidentale
    Scheda tecnica
  • SUPERFICIE TOTALE PROTETTA (ha): 2627 pari ad un quadrato con lato di 5,1 km
    ANNO D'ISTITUZIONE: 1982
    COMUNI: Collecchio, Fornovo di Taro, Sala Baganza
    PROVINCE: Parma
    ELENCO UFF. A.P.: EUAP0177
    Vedi la mappa del parco