Parco dei Cento Laghi
  • La presenza, nel Parco, delle diverse fasce altimetriche (dai 400 ai 1650 m s.l.m.) garantisce una notevole varietà di ambienti e un elevato grado di biodiversità. Un ambiente ancora integro, dove da secoli la natura si sposa con il vivere dell'uomo, per dare vita ad eccellenze agroalimentari conosciute e apprezzate in tutto il mondo come il Parmigiano-Reggiano DOP e il Prosciutto di Parma DOP.
    Un territorio dove si abita, si lavora si vive!
    Un'accogliente "terra di mezzo" tra le grandi città della Pianura Padana e l’isolato e selvaggio crinale Tosco-Emiliano.
    Nato nel 1995 come Parco di Crinale dell'Alta Val Parma e Cedra, dopo l’istituzione (2001) e l'ampliamento (2010) del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, il Parco Regionale ha riconfigurato il proprio territorio e ha cambiato la propria "missione".
    Non più solo tutela degli splendidi ambienti sommitali, ricchi di natura e quasi completamente disabitati, ma piuttosto valorizzazione del paesaggio rurale di media montagna, ancora ben conservato e ricco di biodiversità, agricoltura, prodotti tipici, cultura e turismo.
    Dal 2012 è gestito dall’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Emilia Occidentale.
    Scheda tecnica
  • SUPERFICIE TOTALE PROTETTA (ha): 26293 pari a un quadrato con lato di 16,2 km
    ANNO D'ISTITUZIONE: 1995 (ampliato nel 2009)
    COMUNI: Monchio delle Corti , Corniglio, Tizzano Val Parma.
    PROVINCE: Parma
    ELENCO UFF. A.P.: EUAP0959
    Vedi la mappa del parco