Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Parco dei Cento Laghi
Home » Aree Protette » Parco dei Cento Laghi

Completata la nuova rete sentieristica a Schia nel Parco dei Cento Laghi

40 Km di sentieri ben segnalati e la nuova Carta Turistica ed Escursionistica gratuita del comprensorio Schia-Monte Caio

Dall'entrata di Tizzano Val Parma nel Parco Regionale dei Cento Laghi (novembre 2009) quello che si è appena concluso è il secondo intervento di valorizzazione turistica ed escursionistica del comprensorio Schia-Monte Caio.

Un primo intervento da 30.000 euro terminato nell'estate del 2012, era stato realizzato e finanziato dal Parco Regionale, grazie ad un finanziamento regionale per le Aree Protette, e aveva permesso la realizzazione di un sentiero tematico ad anello tra Musiara Superiore e Pian della Giara, con la posa di pannellistica informativa, realizzazione dia ree di sosta con arredi in legno, sistemazione di una fontana, e riqualificazione del parco giochi di Musiara.

Questo secondo intervento, realizzato dall'Ente di Gestione dei Parchi del Ducato (che dal 2012 ha ereditato la gestione dei 5 parchi regionali di Parma e Piacenza), si è concluso nel mese di Luglio e ha comportato un investimento di circa ulteriori 30.00,00 euro, sempre grazie ad un contributo straordinario del Servizio Parchi della Regione.

Questo secondo complesso intervento, aveva la finalità di garantire ai visitatori che arrivano nel comprensorio di Schia-Monte Caio di percepire la presenza del Parco, e di trovare a disposizione un sistema organico e completo di informazioni turistiche ed escursionistiche, per godere a pieno ed in sicurezza delle potenzialità di fruizione presenti nell'area.

L'approccio all'ideazione e poi alla realizzazione degli interventi, progettati e diretti dalla Dott.ssa Silvia Agazzi e coordinati dal Dott. Marco Rossi (Responsabile Turismo e Marketing dei Parchi del Ducato) ha puntato da subito sulla massima condivisione con gli operatori turistici di Schia e con la Pro Loco.

Tutta la fase di realizzazione degli interventi è stata seguita con attenzione e partecipazione attiva dagli operatori turistici di Schia (oltre dai CAI di Parma) , che hanno ben compreso l'importanza strategica di infrastrutturare il territorio con informazioni turistiche precise e accattivanti e con una rete sentieristica ricca e diversificata.

L'obiettivo di informare i turisti in arrivo a Schia, della presenza, del valore e delle opportunità di un Parco Naturale e stato affidato a due grandi bacheche fotografiche di benvenuto, posizionate poco prima di Schia ai lati delle due principali strade di accesso da Musiara Superiore/Tizzano e da Lagrimone/Capriglio.

Anche all'arrivo nel piazzale di Schia una grande bacheca della Pro Loco ospita ora un enorme pannello che, grazie ad un collage fotografico e allo slogan "Schia...divertente per natura!", offre al visitatore, in un solo colpo d'occhio, un'accattivante presentazione delle molteplici opportunità di fruizione (in estate quanto in inverno)

L'obiettivo principale e il "cuore" del progetto è stata la realizzazione di una vera e propria "rete escursionistica", con tanti sentieri ben segnalati e adatti a tutte le tipologie di utenti (trekkers, famiglie con bambini, scuole, ...) che coprisse tutto il comprensorio da Capriglio e la Croce del Carinale (a sud-est) fino a San Matteo (sud-ovest), ad Agna (nord-ovest) e Musiara Superiore (a Nord).

Il "centro gravitazionale" della rete sentieristica è Schia, con le località che ospitano le strutture turistico-ricettive (alberghi, campeggio, ristorante, rifugi) che sono state tutte valorizzate attraverso l'interconnessione dei sentieri pedonali.

Grazie all'intervento del Parco è stato possibile:

  • posare 130 frecce direzionali lungo 40 km di sentieri segnalati.
  • posare 12 pannelli di approfondimento lungo i sentieri per illustrare i principali punti di interesse del comprensorio ed i suoi aspetti ambientali e faunistici;
  • posare 4 tavoli con panche nelle aree di sosta per pic-nic;
  • posare 2 bacheche stradali di benvenuto/arrivederci
  • posare 6 nuovi grandi pannelli informativi, su bacheche esistenti, con carta dei sentieri e info turistiche
  • posare 1 nuovo grande pannello forografico all'arrivo del parcheggio, ricollocando ai suoi lati le preesistenti frecce stradali della Pro Loco.
  • aggiornare la cartografia escursionistica

Sono state stampate 2500 copie di una nuova Carta Turistica ed Escursionistica di Schia e Monte Caio che è ora disponibile gratuitamente presso le strutture turistiche di Schia, e presso gli Uffici e Info Point del Parco.

La Pro Schia e gli operatori turistici di Schia, in particolare coordinati dalla progettista Silvia Agazzi, stanno completando volontariamente il progetto, eseguendo la segnatura a pennello lungo i sentieri, con vernice bianco-rossa, secondo le norme CAI.

Le dichiarazioni di Agostino Maggiali, Presidente dei Parchi del Ducato: "Il progetto realizzato fa parte di una serie di interventi che il nostro Ente sta portando avanti per la valorizzazione del territorio; tra le finalità dei Parchi non vi è solo la conservazione della natura ma anche il perseguimento di uno sviluppo sostenibile e di una fruizione consapevole da parte del pubblico. Il territorio del Parco dei Cento Laghi, e il comprensorio Schia - Monte Caio in particolare, è un territorio bello, sia dal punto di vista ambientale che paesaggistico, e ben si presta al turismo attivo e alle attività sportive all'aperto.

Con questo spirito si è sviluppato il progetto della rete escursionistica, che offre diverse opportunità di visita per diversi tipi di fruitori: dalle famiglie con bambini fino agli escursionisti esperti, e ognuno potrà scegliere se percorrere da solo i sentieri o approfittare delle Guide Ambientali Escursionistiche di Schia. Uno dei nostri obiettivi, inoltre, è quello di puntare ad una destagionalizzazione del turismo a Schia, offrendo opportunità anche per la primavera, l'estate e l'autunno, oltre a quelle invernali che già hanno un loro percorso."

Amilcare Bodria, Sindaco del Comune di Tizzano Val Parma si dichiara soddisfatto: "Dall'entrata di Tizzano val Parma nel Parco regionale dei cento Laghi, nel novembre 2009, quello che si è appena concluso è il secondo intervento di valorizzazione turistica ed escursionistica del comprensorio Schia-Monte Caio. Ci auguriamo che anche in futuro possa continuare, con il Parco, la stessa collaborazione che c'è stata negli ultimi anni, sia per progetti che per iniziative ed eventi." E prosegue "questa nuova infrastruttura messa a disposizione di tutti coloro che amano la montagna è un incentivo ulteriore per venire a conoscere i nostri bellissimi percorsi."

Daniel Bocchi, Operatore di Schia e Vicepresidente dell'Associazione Pro Schia dà voce agli operatori del luogo:"Prima di tutto desidero dire grazie ai Parchi del Ducato, che sono, a mio modo di vedere, la strada principale per la riqualificazione del nostro territorio. Grazie al Presidente Maggiali, a Marco Rossi e Silvia Agazzi ed ai loro preziosi collaboratori con cui ho il piacere di confrontarmi (Barbara Vernizzi ed Enrica Montanari su tutti); un ringraziamento speciale all'Amministrazione Comunale di Tizzano Val Parma che ha fortemente "spinto" questo progetto ed al sempre disponibile Delio Folzani.

Ribadisco l'importanza di questo progetto per una maggior fruibilità multistagionale del nostro splendido Monte; gli operatori hanno capito quanto sia importante questa iniziativa, che crea inevitabilmente interesse e dà nuova linfa turistica al nostro fantastico territorio. La cosa fondamentale è fare rete tra operatori. 

Ringrazio per la disponibilità e la consulenza: Doriano Bocchi, la guida GAE Gabriel Rossi e Massimo Pellegri per il tempo messo a disposizione durante la realizzazione di questo progetto. Un ringraziamento particolare anche a Danilo Rossi, a Don Giovanni Orzi, a Bocchi Antonio per il materiale fotografico e a tutti gli abitanti di Lalatta, Capriglio, Casagalvana, Musiara Superiore e Schia, che hanno collaborato attivamente per recuperare cenni storici, testi, fotografie ed altro materiale raro, ma fondamentale per realizzare soprattutto i pannelli posizionati nei numerosi punti di interesse.

Sono molto contento che l'ente Parco mi abbia coinvolto direttamente come consulente territoriale, per il progetto e anche per la realizzazione della carta escursionistica e turistica con la mappa semplificata fumettata, particolarmente adatta al target che frequenta per lo più il Monte Caio. Il risultato credo sia ottimo, e di questo va dato merito anche all'agenzia Nafta Comunicazione di Parma che ha realizzato l'immagine coordinata del progetto."

Alcune delle nuove frecce direzionali lungo i sentieri
(foto di M. Rossi)
Un pannello lungo il sentiero che porta alla Cima del Monte Caio a 1584 m s.l.m.
(foto di M. Rossi)
Nuove frecce direzionali e pannello didattico vicino allo Chalet di Pian della Giara (Schia)
(foto di PR Cento Laghi)
Il grande pannello di Benvenuto a Schia (prima e dopo i lavori)
(foto di M. Rossi)