Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Parco dei Cento Laghi
Home » Aree Protette » Parco dei Cento Laghi » Il Parco in azione

Paniere dei Parchi dell'Appennino Emiliano

Oltre 100 prodotti agroalimentari e servizi turistici

Con l'adesione delle prime 37 imprese, in parte aziende agricole, in parte imprese turistiche, selezionate su tutto il territorio dell'Appennino Emiliano, viene diffuso e pubblicato il "Paniere dei Parchi dell'Appennino Emiliano", consultabile on line al sito www.saporidiappennino.it/il-paniere

Il "Paniere dei Parchi dell'Appennino Emiliano" raccoglie i prodotti agro-alimentari e i servizi turistici che esprimono una radicata e stretta relazione con il proprio territorio di origine e che sono qualitativamente in linea con i valori di tutela ambientale perseguiti dai Parchi e dalle Aree Protette dell'Appennino Emiliano.

Tra i prodotti agroalimentari che oggi compongono il paniere ci sono già: aceti; marmellate succhi, nettari e sciroppi; sottoli e sottaceti, sughi e condimenti per pasta; crescentina modenese, pane, dolci e prodotti da forno; erbe officinali; farine cereali; mirtillo nero dell'appennino modenese, lamponi, more, ribes, fragole e altri piccoli frutti; miele; ciliegie di Vignola, frutta, verdura e ortaggi; Parmigiano Reggiano D.O.P., caciotta dell'Appennino modenese, pecorini, altri formaggi e yogurt; prosciutto di Modena D.O.P., salumi, salami e norcineria; il Savurett e la Spongata di Corniglio; tagli di carne; tortelli, tortellini, anolini, pasta fresca e gnocchi; Vini Colli Piacentini D.O.C., altri vini e liquori e distillati.

Tra i servizi turistici il Paniere è attualmente composto da Agenzie di viaggi, tour operator (incoming); Attività di guida, accompagnamento, istruzione sportiva; Campeggi; Impianti sportivi, parchi avventura; noleggio attrezzature; Osterie e ristoranti; Pernottamento. 

Il Paniere, frutto di una cooperazione interterritoriale, vuole essere un mezzo per valorizzare le imprese aderenti grazie ad attività di qualificazione e promozione, con la finalità di presentarsi a nuovi mercati e target.

L'iniziativa, che ha il pregio di promuovere per la prima volta, contemporaneamente in tutto l'Appennino Emiliano, il binomio turismo e prodotti agroalimentari, fa parte di un più ampio progetto di cooperazione interterritoriale, denominato "Softeconomy nei Parchi e nelle Aree Protette dell'Appennino Emiliano" finanziato dalla Misura 424 Asse 4 leader PSR2007/2013 RER, avviato dai tre Gruppi di Azione Locale, GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano, GAL Appennino Bolognese e GAL SOPRIP, in collaborazione con il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano e gli Enti di gestione per i Parchi e la Biodiversità dell'Emilia Occidentale, Centrale e Orientale. 

Le imprese aderenti che insistono sul territorio dei Parchi del Ducato:
  • Torre del Borgo - residenza d'epoca - Gropparello (PC)
  • Azienda Vitivinicola Illica - Vernasca (PC)
  • Tenuta La Bertuzza - Castell'Arquato (PC)
  • Salumificio La Rocca srl - Castell'Arquato (PC)
  • Azienda Guidi - Spongateria e Prodotti da Forno - Corniglio (PR)
  •  Azienda Agricola La Giustrela - Monchio delle Corti (PR)
  •  Agriturismo Casanuova - Tizzano Val Parma (PR)

E' ancora possibile iscriversi al paniere, anche per le aziende che producono prodotti agroalimentari e i servizi turistici nel Parchi Boschi di Carrega, Cento Laghi, Taro e Stirone e Piacenziano.

PDF Scarica il comunicato in versione integrale

Prosciutto di Parma D.O.P.
(foto di PR Cento Laghi)