Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Parco dello Stirone e del Piacenziano
Home » Aree Protette » Parco dello Stirone e del Piacenziano

I Parchi del Ducato nel Progetto Nazionale MonITRing

Le aree di monitoraggio nei Parchi Stirone-Piacenziano e del Taro!

Anche nei Parchi dell'Emilia Occidentale è partito il progetto nazionale  MonITRing avviato nel 2015 da ISPRA, l'Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale.  

Si tratta di una rete di monitoraggio dell'avifauna attraverso la tecnica dell'inanellamento a scopo scientifico, che ha l'obiettivo di acquisire dati per la gestione ambientale. La raccolta delle informazioni permette in sintesi di individuare siti e località importanti per la conservazione delle specie e per la valutazione degli impatti collegati alla realizzazione di grandi opere e infrastrutture.

MonITRing coinvolge in Italia centinaia di inanellatori abilitati da ISPRA e altrettanti collaboratori volontari che danno il loro prezioso contributo alla ricerca.

Due le stazioni di monitoraggio nei Parchi dell'Emilia Occidentale, una nel Parco dello Stirone Piacenziano e una nel Parco del Taro. La prima si trova presso la zona umida di Laurano, nel Comune di Salsomaggiore Terme (PR) in un'area rinaturalizzata, la seconda presso l'oasi Chiesuole a Madregolo, nel Comune di Collecchio (PR), anche in questo caso si tratta di habitat (laghi di cava) recuperati a scopo naturalistico.

Gli inanellamenti si svolgono periodicamente durante tutto l'anno e il Settore Conservazione dei Parchi si è attivato per garantire un'efficace raccolta dati già nel 2015!

Nel primo anno di attività sono state eseguite 30 sessioni di cattura a Chiesuole e 26  a Laurano, con l'inanellamento di circa 2.200 esemplari (1.500 a Chiesuole e 700 a Laurano) appartenenti a 49 specie (Chiesuole) e 40 specie (Laurano), comprese diverse centinaia di ricatture di esemplari precedentemente inanellati nella stessa stazione.
Un impegno importante dunque e un risultato straordinario, che dimostrano ancora una volta il valore di Parchi e Riserve per la biodiversità!

Tante le specie inanellate, fra cui capinera, pettirosso, cinciarella, martin pescatore, tordo bottaccio, migliarino di palude, cannaiola e molte altre.

Un ringraziamento speciale va a tutti i collaboratori e i volontari che hanno reso possibile la realizzazione di MonITRing! 

Le attività proseguiranno anche nei prossimi mesi: chi fosse interessato a scoprire il progetto o a collaborare come volontario, può contattare gli esperti  dei Parchi, Sergio Tralongo (s.tralongo@parchiemiliaoccidentale.it) e Renato Carini (r.carini@parchiemiliaoccidentale.it).

Fase dell'inanellamento
(foto di PR Taro)
Martin pescatore e una volontaria dello staff
(foto di Emanuele Fior)
Alcune fasi dell'inanellamento
(foto di Sonia Anelli)