Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Riserva Naturale dei Ghirardi
Home » Aree Protette » Riserva Naturale dei Ghirardi

Al via i lavori di recupero del Centro Visite di Pradelle

Utilizzate tecniche costruttive della tradizione locale

La Provincia di Parma e la Regione Emilia-Romagna stanno realizzando un  progetto determinante per l'accoglienza dei visitatori: il progetto prevede la realizzazione del nuovo centro visite, ritenuto la porta di accesso ai sentieri della Riserva, in località Pradelle di Porcigatone (Borgotaro). Il termine dei lavori è previsto per la prossima primavera-estate.

Il nuovo centro visite verrà realizzato ristrutturando completamente la vecchia barchessa, ceduta dalla proprietaria Giovanna Marchini Camia gratuitamente per 20 anni all'Ente Parchi dell'Emilia Occidentale, che da settembre è il nuovo gestore. 
Per un corretto inserimento paesaggistico si è scelto di ripristinare le forme del fienile esistente, ma a partire dalla tipologia edilizia locale: cascine, colombaie o piccionaie, presenti oggi solo in poche decine di unità che venivano realizzate con una struttura a telaio ligneo rivestita poi da assi di legno disposte in verticale.

Il progetto si pone quindi anche come un tentativo di riproporre, in chiave aggiornata, gli stilemi e le tecniche costruttive della tradizione locali, un tempo diffusissime nelle valli del Taro e del Ceno e che oggi, per poca cura e disinteresse, stanno gradualmente scomparendo.

Si tratterà di un edificio moderno, ma inserito nel paesaggio in modo "gentile", dialogante con il contesto attraverso l'uso di materiali naturali - pietra per i basamenti e legno per le strutture di elevazione -  e di alcuni dettagli costruttivi: semplici disposizioni dei rivestimenti esterni in legno, alloggi per l'avifauna, finestre ed eventuale portico che inquadrano le vedute più interessanti.

Infine il WWF Parma ha partecipato al bando del PSR misura 412 azione 3 con due progetti per complessivi 45.000 euro circa allo scopo di realizzare, presso il Centro Visite:

  • recinzione degli habitat prativi per escludere i cinghiali a tutela di orchidee e uccelli nidificanti al suolo (tottavilla e succiacapre)
  • ealizzazione di 20 log-piles per lo svernamento e la riproduzione di insetti, tra cui il cervo volante.
  • realizzazione di uno stagno per l'abbeverata degli uccelli
  • realizzazione di due hibernacula per lo svernamento di rettili e anfibi
  • realizzazione di un giardino delle farfalle

Il WWF è in attesa di conoscere l'esito della partecipazione al bando, di cui si darà notizia appena disponibile.

Centro Visite di Pradelle
(foto di Guido Sardella)
Laboratorio bimbi-genitori
(foto di Guido Sardell)