Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Parco Fluviale del Taro
Home » Aree Protette » Parco Fluviale del Taro » Il Parco... da vivere » Cammina nel Parco

Sentiero Noceto

Itinerario 6

A piedi         
  • Tempo di percorrenza: 1 ore 30 minuti
  • Difficoltà: facile
  • Lunghezza: 2 km

Come si raggiunge
Dalla provinciale che collega la via Emilia a Noceto si imbocca via Ghiaie Inferiori e si può accedere al sentiero entrando sia a Nord, dal viottolo che si stacca verso il fiume dopo i capannoni industriali, sia verso Sud dove vi è la segnalazione del frantoio. Qui è stato realizzato un parcheggio e un'area di sosta attrezzata.

Cosa si può osservare
Si cammina nelle vicinanze del fiume, per questo, vi possono essere tratti di percorsi sostitutivi a causa del regime idrologico e idraulico che può comportare eventi di piene soprattutto nel periodo autunnale. Gli incolti e i seminativi si distendono contro l'autostrada, inframmezzati da siepi e da filari, dando vita a quel prezioso ambiente chiamato agroecosistema dove trovano rifugio e nutrimento le starne, i fagiani e le lepri. Nei campi invernali intrisi d'acqua si osservano gruppi numerosi di piccole pavoncelle intente ad alimentarsi. Di grande taglia sono invece gli aironi bianchi maggiori che sostano qua e là scrutando i movimenti delle possibili prede sui prati; ogni tanto prendono il volo, candidi, eleganti, con il collo retratto e le zampe allungate, raggiungono il fiume e pescano. Gli ambienti rivieraschi sono il regno dei salici: i grandi salici bianchi costituiscono una fitta cortina nelle aree più affrancate dall'acqua, i salici ripaioli avanzano nel greto con boscaglie miste, infine il più rustico salice rosso colonizza gli ambienti più inospitali in mezzo alla corrente. Il fluire dell'acqua  continuamente rinnova il  paesaggio, si formano isole e banchi di sabbia e piccole  pozze di risorgiva dove staziona il martin pescatore.
Quando il sole estivo si fa accecante, i rami secondari si asciugano e il materasso di ghiaia si popola di piante pioniere.